giovedì 6 marzo 2014

Dettagli di una festa invernale

Ad un mesetto di distanza pubblico il back-stage della festa di Amelia. So che siamo quasi in primavera ma il tempo è tiranno e tra impegni lavorativi, familiari e politici ho trovato il tempo solo per preparare i costumi di carnevale.
Anche questa volta per realizzare la festa abbiamo lavorato molto, tutta la famiglia.
C'è chi ha tagliato, chi ha dipinto, chi ha cucinato, chi ha supportato e sopportato e chi ha ispirato.
Il risultato è stato una festa dove abbiamo mangiato in quantità, riso in allegria, chiacchierato all'insegna del buon umore in un ambiente bellissimo e accogliente.
Ecco i dettagli di questa festa invernale.

Festa a tema: Fatine dell'inverno

(L'invito)

Per la festa abbiamo affittato una saletta perché a casa cominciamo a stare un po' stretti... un ambiente anonimo perfetto per essere personalizzato.
Il tema privilegia il colore bianco, l'argento e il colore neutro del cartone con qualche cosetta di rosa, ma senza esagerare. Dove possibile abbiamo utilizzato materiale riciclato o di recupero.
Piatti e bicchieri colorati. Non utilizziamo più i patti usa e getta, considerato che facciamo almeno due feste l'anno è stato più conveniente economicamente ed ecologicamente acquistare le stoviglie Kalas di Ikea.

Ambiente e decorazione

Ghirlande di fiocchi di neve realizzati con nastro di carta bianca e dischetti leva-trucco attaccati con la colla a caldo.
Ispirazione: lavoretto realizzato nella classe di Amelia

Fatine volanti fatte di carta riciclata.
Ispirazione: gli angeli che mia mamma fa per Natale


Fiocchi di neve intagliati nella carta riciclata per decorare la finestra.
Ispirazione: i fiocchi fatti da mia sorella Elena a Natale l'anno scorso (o due anni fa....).


Quadri appesi alle pareti di cartone riciclato con fatine dipinte
Ispirazione: personalissima idea. Le fatine, dipinte a mano libera dalle bambine, sono poi definite con il pennarello (altrimenti sarebbe stato difficile capire il dipinto...)


Tenda di fiocchi di neve sorretti da fatine di cartone riciclato dipinto per il tavolo del buffet.
Ispirazione: personalissima idea


Angolo morbido: una tenda fatta con le tende Lill di Ikea e un ramo di glicine intrecciato, un piumone per tappeto, tanti cuscini candidi, una cesta piena di libri con fiabe invernali.
Ispirazione: la mia personalissima idea di cosa voglia dire appartarsi in un mondo magico...



Menu

Tutto bianco e rosa, in particolare il candy bar...
e poi:
budino di latte,
torta di ricotta con glassa al limone e confettini argentati,
torta di yogurt (variante con pere e cioccolato bianco),
biscotti bianchi (wafer alla vaniglia, canestrelli, torcetti al burro, petit beurre al cioccolato bianco...),
focaccia,
panini al latte imbottiti,
pop corn.
Tutto fatto in casa tranne biscotti e caramelle.
Da bere: succhi, latte di mandorla, acqua e sciroppo di te al limone da diluire (la ricetta è de La regina del sapone. Da provare!).

La torta damina (doll cake)

La torta damina o doll cake è fatta con due torte allo yogurt farcite di marmellata di mirtilli e decorata con pasta di zucchero e crema al burro a freddo.
Evidentemente calorica ma molto scenografica: è stata il pezzo forte della festa.
Amelia, dopo averla vista mesi fa su un libro, l'aspettava con trepidazione (mi capite quando dico trepidazione?)


Travestimenti
Dopo l'anno scorso che abbiamo travestito i piccoli invitati da indiani, non potevamo non travestire tutti anche quest'anno...
Ali di cartone dipinto per le fatine, cappellini di carta per i folletti e bacchette magiche per tutti!
E la festeggiata: una bacchetta magica fatta con un'astina per tende e le ali acquistate anni fa per carnevale...


... E una corona degna della regina delle fatine.


Giochi e intrattenimenti

Lettura a volontà nell'angolo morbido e un laboratorio veloce dove decorare ognuno la propria casetta delle fatine fatta con rotoli di carta igienica, cartone riciclato e campanellini (qui l'ispirazione).



Avevo preparato anche due giochi che non abbiamo fatto per mancanza di tempo ;-)

Il regalo? Questa volta siamo riusciti, quasi, a fare tutti insieme un regalo unico... un regalone: un teatro con le marionette!
Nessun imbarazzo per me nel chiedere ai genitori di contribuire, nessun imbarazzo dei genitori nel dare ognuno una parte. Bellissimo.
E il regalo, è stato subito molto apprezzato.



Che dire, la fatica è stata ampiamente ripagata dalla felicità di Amelia e dai bei momenti trascorsi insieme, prima, durante e dopo (anche lo smontaggio è faticoso!).
Alla prossima!

2 commenti:

  1. Immagino ore e ore di lavoro... sei sempre bravissima a organizzare e realizzare tutto quello che serve per queste feste a tema! Chissà che contente le bambine!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo lavorato molto ma con un po' di organizzazione si può fare... Con le bambine poi è davvero divertente. Per loro è un po' come vivere la festa in anticipo ;-)

      Elimina